Vai al contenuto

MORGHEN (M5S): DISCARICHE AL POSTO DI VILLE ROMANE

Continua l'ostinazione della Giunta Tagliani a volere produrre derivati agricoli e commestibili sulle discariche comunali. La recente Delibera di Giunta che autorizza alla produzione di miele a scopo didattico "trascura" la dicitura: divieto di uso a scopo alimentare. Lo chiediamo con una nota integrativa senza dimenticare di avvisare Prefetto e AUSL. 

GUARDA ANCHE E SFOGLIA: ARPA ANALISI SUOLI 2010

La situazione già di per se' paradossale, mi impone di ricordare come l'amministrazione comunale di questa città abbia mal perseguito la barbara politica del rifiuto già dagli anni 80. Nel 1983 infatti la Soprintendenza ai beni culturali e archeologici aveva rinvenuto in via Canapa una Villa Romana all'interno di un insediamento sparso. Già allora i "mirabili" amministratori cattocomunisti di questa martoriata città pensarono non di ricavarne un museo all'aperto degno del contesto storico urbano ma una enorme discarica. Ebbene si, pensarono in modo molto "illuminato" di trasformare lo scavo archeologico in una montagna di rifiuti di ogni genere, anche molto inquinanti. 

CLICCA QUI E SFOGLIA TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DISCARICA E VILLA ROMANA

Ebbene a distanza di 30 anni, nel solco di quel binario di politica ambientale e paesaggistica, l'attuale amministrazione comunale ripercorre in chiave moderna con l'introduzione del sistema cosidetto a calotte, l'esperienza conseguente di imbellire il territorio con abbandoni liberi di rifiuti in ogni dove.

Ilaria Morghen, M5S Ferrara