Vai al contenuto

Abbiamo cercato in ogni modo e attraverso gli strumenti normativi e di regolamento amministrativo di indurre l’attuale Amministrazione e in modo particolare l’Assessore allo Sport a procedere all’adeguamento normativo in materia di assegnazione degli impianti e degli spazi sportivi comunali.

Imperativo è infatti l’avvio di procedura di assegnazione a mezzo di programmi digitalizzati che assolvano al rispetto della materia in modalità Trasparente e Anticorruzione. Vista la resistenza a tutto spessore dell’apparato amministrativo, ivi compreso quello della maggioranza consiliare che, nonostante diverse informative, non si è espressa a favore della modifica della procedura, la Consigliera comunale M5S Ilaria Morghen e la Consigliera comunale FI Paola Peruffo hanno deciso di comune accordo di inviare una diffida e messa in mora al Sindaco, all’Assessore Merli, al Presidente del Consiglio comunale e al Segretario Generale.

Ilaria Morghen, M5S Ferrara

Ciclisti un po’ più coccolati a Ferrara.

Ci permettiamo di esultare, seppure con moderazione, per una piccola vittoria.

Grazie al Movimento 5 Stelle, a Ferrara ci saranno almeno 5 postazioni pubbliche fisse per il gonfiaggio delle biciclette, a beneficio di cicloturisti, residenti, studenti universitari e di chiunque si trovi a doverle utilizzare.

Con soli quattro voti contrari (su 24 votanti), è stata approvata ieri (26 aprile) in Consiglio comunale la Risoluzione al Bilancio Consuntivo presentata dal consigliere Claudio Fochi del M5S che invita la Giunta ad attivarsi, attraverso gli assessorati competenti e gli uffici tecnici preposti (a discrezione degli stessi per quanto riguarda la tipologia) al fine di installare alcune pompe pubbliche pneumatiche per biciclette, ancorate a terra, utilizzando un importo di 5mila euro, inclusivo di acquisto e messa in opera, reperibile dall’avanzo di bilancio non vincolato afferente al Bilancio Consuntivo dell’anno 2017, contribuendo in tal modo a migliorare le infrastrutture ciclabili.

Nell’atto citato, il M5S propone di dislocare le pompe fisse in alcuni punti della Città fra i quali l’uscita della stazione ferroviaria, piazza Municipale o altro luogo del centro storico, piazza Ariostea o in alternativa Parco Massari e almeno due punti lungo il percorso ciclabile delle mura cittadine, possibilmente uno sul terrapieno e l’altro nella pista ciclabile esterna.

Tenendo conto di un trend di cicloturismo in aumento, soprattutto dai paesi nordici e d’oltralpe, di un potenziamento delle ciclabili e di una vocazione acclarata all’uso della bicicletta, ulteriormente testimoniata dall’adesione di Ferrara al progetto Vento (una ciclabile che, passando da Ferrara, collega Torino a Venezia), tale piccola rete infrastrutturale non può che giovare ad una città che ambisce a definirsi “City of Bikes”.

Non basta fare piste ciclabili. Bisogna anche creare un minimo di infrastrutture.

Claudio Fochi, M5S Ferrara