Vai al contenuto

Roma, 11 Marzo 2015.
FORUM PER L'ACQUA PUBBLICA

Presso il Senato della Repubblica si è svolta la conferenza stampa promossa dal Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua, che ha visto la partecipazione anche di diversi Senatrici e Senatori del Movimento 5 Stelle e di SEL. In particolare sono intervenuti la Sen. Loredana De Petris e il Sen. Nicola Morra.

Argomento di discussione il cosiddetto ,DDL Madia; che dietro all'apparente neutralità di una ,Riforma della Pubblica Amministrazione;, cela invece un preoccupante disegno per l'aggiramento della volontà popolare espressa a giugno 2011 attraverso i referendum contro la privatizzazione dell'acqua e dei servizi pubblici locali.

Le norme inserite negli articoli 14 e 15 del disegno di legge, se approvato nell'attuale versione, rappresentano infatti una delega al Governo con indicazioni precise volte al rilancio dei processi di privatizzazione, limitando drasticamente gli affidamenti diretti e incentivando i processi di aggregazione.

Non solo quindi si scavalca la volontà popolare, ma anche la funzione dello stesso Parlamento e degli Enti locali, anche attraverso interventi diretti come l'impugnativa della Legge Regionale del Lazio per la gestione pubblica del servizio idrico, così come ricordato dalla Sen. De Petris.

Anche per questo stupisce, come sottolineato dal Sen. Morra, l'assenza di rappresentanti del PD all'odierno dibattito, trattandosi di un partito che non solo ha sostenuto i referendum del 2011, ma che ha anche partecipato alla creazione dell'intero gruppo parlamentare per l'acqua, depositando insieme a SEL e M5S, la proposta di legge per l'acqua pubblica elaborato dal Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua.

E' quindi evidente che l'attuale governo ha l'obiettivo di completare quei processi di privatizzazione che Confindustria chiede da anni e lo sta facendo varando una serie di norme che marciano in questa direzione. Con lo Sblocca Italia e con la legge di stabilità si incentivano infatti processi di aggregazione, fusione e dismissione delle partecipate dagli Enti Locali, a vantaggio dei quattro colossi multiutilities attuali - A2A, Iren, Hera e Acea - già collocati in Borsa, che potranno inglobare tutte le società di gestione dei servizi idrici, ambientali ed energetici, relegando i Comuni ad un ruolo sempre più marginale. Il DDL Madia, in modo piuttosto esplicito, si inserisce nella stessa scia.

Un enorme regalo alle multinazionali dell'acqua e dei servizi, fatto anche con la complicità dell'AEEGSI, che ha consentito ai gestori d'incassare milioni di euro, oltre che con i consueti aumenti tariffari, anche con la possibilità d'inserire nella bolletta idrica conguagli retroattivi fino al 2006. Tutto ciò nonostante che annualmente si registrino utili ingenti che non vengono reinvestiti nel servizio ma in larga parte prelevati dagli azionisti come dividendi.

Tutto questo mentre ci si appresta a ,celebrare; la Giornata Mondiale dell'acqua, in un clima che vede un dibattito troppo simile a quello pre-referendario, come se 27 milioni di cittadini non avessero mai votato per l'acqua pubblica.

Evidentemente il Governo è pronto a sacrificare sull'altare delle privatizzazioni anche la stessa Costituzione, aggirando la volontà popolare e relegando le Camere ad un ruolo marginale.

Un'altra strada però è praticabile, come dimostra l'esperienza di Napoli, che due giorni fa ha terminato l'affidamento del servizio idrico all'azienda speciale ABC Napoli, e come dimostrano le decine di vertenze aperte in tutta Italia per la ripubblicizzazione e contro le nuove privatizzazioni.

 

ALLA C.A DEI MASS MEDIA DI FERRARA E PROVINCIA

IL M5S ED IL GRUPPO CONSILIARE FERRARESE, INSIEME AGLI ATTIVISTI, DESIDERANO RICHIAMARE LA VOSTRA ATTENZIONE SU ALCUNI ELEMENTI FONDAMENTALI PER LA ,BUONA E ADEGUATA COMUNICAZIONE; INTORNO ALLA PRESENZA DEL M5S NELLA COMUNITA' LOCALE E PROVINCIALE.

CI TENIAMO FARE AFFIDAMENTO SUI MEDIA, AFFINCHÉ EVENTUALI PUBBLICAZIONI E ARTICOLI CHE ABBIANO COME OGGETTO LA PRESENZA DEL MOVIMENTO IN SEDE ISTITUZIONALE E POLITICA NEL TERRITORIO, NE PARLINO IN MANIERA COMPLETA PER UNA AMPIA INFORMAZIONE.

VI CHIEDIAMO DI DEDICARCI UN MINIMO DI TEMPO PER VERIFICARE CHE IL VOSTRO ARTICOLO SIA IL LINEA CON L'ESPRESSIONE DEL NOSTRO MOVIMENTO, SENZA ALTERARE LE PROPRIE CONSIDERAZIONI , CONTRIBUENDO A DIFFONDERE UNA CORRETTA NOTIZIA. VI CHIEDIAMO CORTESEMENTE CHE I NOSTRI CONTRIBUTI POLITICI DI ,OPPOSIZIONE;, SIANO TRATTATI IN MODO PIÙ DEMOCRATICO. NOI NON DESIDERIAMO ESSERE EVITATI, MA COINVOLTI, PERCHÉ NON CI SENTIAMO QUALCOSA DI ECCEZIONALE, MA UNA REALTA' POLITICA CONSOLIDATA NELLA NOSTRA PROVINCIA.

I CONTENUTI ED I LINGUAGGI DEI NOSTRI COMUNICATI, RITENIAMO DEBBANO ESSERE RIPORTATI IN MODO CHIARO , MA SOPRATTUTTO NEI TITOLI PER NECESSITA' BREVI, SPERANDO SEMPRE IN UNA CONTINUA PUBBLICAZIONE CONTRIBUENDO A FAR CONOSCERE GLI INTENDIMENTI E LE POSIZIONI POLITICHE PROPRIE DEL M5S-FERRARESE.

IN QUESTO NOSTRO APPELLO/INVITO, ESPRIMIAMO LA NOSTRA VOLONTA' PER FAVORIRE UN DIBATTITO DEMOCRATICO E VERITIERO TRA TUTTE LE FORZE POLITICHE PRESENTI NEI CONSIGLI COMUNALI ED IN TUTTA LA REALTA' PROVINCIALE, MIGLIORANDO IL CONFRONTO NEL SOLO ED ESCLUSIVO INTERESSE DEI CITTADINI E DELLA COMUNITA' NEL SUO INSIEME.

M5S-FERRARA