Vai al contenuto

E anche a Ferrara ha vinto il NO. Grazie a tutti!

 Di Claudio Fochi, consigliere M5S Ferrara

I colpi bassi dell'establishment Renziano non sono serviti al SI.
Pare che gli italiani, storditi a colpi di bonus (mentre i loro risparmi svaniscono) abbiano reagito ai falsi annunci di "benessere" di una macchina propogandistica che si è inceppata.
Neanche 4 milioni di lettere inviate agli italiani all'estero (a nostre spese) con i consigli per gli acquisti (un SI per rovinare la nostra costituzione) sono serviti.
Il Moloch dei media asserviti e prezzolati da milioni di euro di finanziamenti pubblici a giornali e TV...non è riuscito a schiacciare la coscienza degli italiani, che non credono più al pifferaio magico.
Dopo un jobs Act che ha fatto aumentare del 30% la disoccupazione, una Buona Scuola che propone ai liceali degli stage presso Mc Donalds e un decreto Salva Banche che butta i risparmiatori sul lastrico....beh...prima o poi i nodi vengono al pettine.
A Ferrara abbiamo lottato e abbiamo studiato per fare capire ai cittadini i rischi ai quali Renzi voleva sottoporre la nostra Costituzione.
Siamo fieri di avere portato la discussione sulla difesa della nostra Costituzione nell'agone della politica locale - in consiglio comunale - e siamo fieri di essere saliti sui palco nella piazza cittadina per scongiurare il rischio di una deriva anti democratica proposta da una riforma costituzionale fatta da una maggioranza parlamentare illegittima.
E proprio all'arrivo di un inverno foriero di cambiamenti, chiudo questo breve commento con le parole di un poeta inglese, il poeta della libertà, P.B. Shelley e i suoi versi che concludono "Ode to the West Wind" : "If Winter Comes, Can Spring be far Behind?". Poichè questo NO ....è davvero un vento nuovo.