Vai al contenuto

 

 

È dal 2015 che i cittadini ci segnalano disagi di accesso in alcune parti del cimitero della Certosa di via Borso d'Este a Ferrara. Cittadini che dopo 2 anni di accesso limitato o negato cominciano a essere impazienti di capire perché i lavori vanno così a rilento e perché apparentemente il personale mobilitato per i lavori di ristrutturazione o consolidamento sia palesemente esiguo.

Cittadini che, nel luglio di quest’anno, in visita ai loro cari defunti sono stati invitati, neanche tanto gentilmente, a “togliersi di mezzo” e dirigersi verso l’uscita.

Questo è il senso dell’interrogazione depositata dal Movimento 5 Stelle che, proprio su sollecitazione degli utenti, chiede al Sindaco e ad AMSEF spiegazioni in merito a questi disagi prolungati e allo stato dell’arte dei lavori previsti, soprattutto per quanto riguarda la tempistica.

Claudio Fochi, M5S Ferrara

 

Nel frattempo si ripropongono le inchieste giornalistiche sulle discariche ferraresi. Ermetica ed arrogante la risposta del Sindaco. Quali cittadini avrebbe incontrato e quando?

In attesa dell’esito delle indagini della Pubblica Autorità a seguito degli esposti effettuali dal M5S nel 2016 e 2017 sulla vicenda delle coltivazioni in essere nella ex discarica abusiva di Cà Leona (Ferrara), vi riproponiamo una recente sintesi documentale che contesta le affermazioni del Sindaco rilasciate proprio nel video reportage di Fanpage.it.

Movimento 5 Stelle Ferrara