Vai al contenuto

Cari amici, il MoVimento 5 Stelle Ferrara - Grilli Estensi, volendo ringraziare tutti quelli che hanno contribuito alla forte affermazione del medesimo alle recenti consultazioni amministrative, in special modo i rappresentanti di lista e i simpatizzanti tutti, organizza in data 21 Giugno alle ore 20,30 presso il Centro Polivalente "Il Melo".
L'obbiettivo è quello di trascorrere una serata assieme in amicizia con cittadini, attivisti e ai Consiglieri eletti.
Per chi fosse interessato a partecipare chiediamo di dare adesione entro venerdi 13 Giugno ai seguenti recapiti:
Mirko Bertelli 3296011677
Alfonso Pavan 3491329095
Filipppo Burgio 3383801291
La quota di partecipazione è di 15 euro per la cena composta da un primo, un secondo, un contorno, un dolce, acqua e vino.
La quota va consegnata entro il giorno 13 Giugno presso l'Osteria L'Acino, sita in via Oroboni (vicino al Bar Nord Ovest). Per modalità di consegna diverse da quella indicata chiediamo di contattare i referenti.
Vi aspettiamo numerosi, assieme alle vostre famiglie ed amici.

Un caro saluto da tutto il gruppo M5S Ferrara - Grilli Estensi, e ancora grazie.

Evento Meetup: http://www.meetup.com/MoVimento5StelleFerraraGEstensi/events/187196102/

Evento Facebook:https://www.facebook.com/events/1417829718497344/

La squadra del Tagliani bis risponde alla perfezione alla necessità di continuare a tessere la ragnatela (http://www.movimento5stelleferrara.it/la-ragnatela-pd/) e rafforzare e consolidare il fortino PD , scosso recentemente dal terrore, poi rientrato, di dover affrontare un ballottaggio, situazione quasi sconosciuta in una città in cui il pensiero unico si alimenta da anni del lunghissimo innamoramento dei ferraresi per il quieto rassegnato vivere, lontano da cambiamenti che possano turbare.

Per rispondere a questa primaria esigenza c'è bisogno di persone fidatissime, alcune riconfermate nei loro incarichi, altre apparentemente "nuove" ma in realtà già appartenenti alla schiera dei fedeli di partito e provenienti da altri incarichi.
E' così, ad esempio, per la giovane Caterina Ferri, neo assessore all'ambiente, lavoro e attività produttive che arriva direttamente dalla Provincia (stanno iniziando a svuotare il Castello Estense??). In pratica un semplice cambio di poltrona travestito da rinnovamento, un'operazione in perfetto stile Renzi.

Annalisa Felletti, anch'essa giovane donna conosciuta, da tempo militante PD-SEL è chiaro che è stata premiata per la sua fedeltà a Tagliani, dopo la lacerazione di SEL.

Al decentramento e servizi demografici arriva Simone Merli, segretario comunale PD, l'uomo del partito per eccellenza, renziano di ferro. Vediamo quali competenze saprà mettere sul tavolo dopo anni di carriera solo politica.

Per Roberto Serra, albergatore proveniente dalla lista civetta di riciclati del centro-destra e che si occuperà di turismo, commercio, mercati, ecc... si prefigura un sospetto conflitto di interessi.

Ma saranno anche i riconfermati, i "vecchi" a garantire la continuità e la linea granitica delle scelte politiche, soprattutto l'assessore Marattin, della cui abilità con i numeri nessuno dubita, poichè in questi anni ha trasformato il governo della città in un complesso esercizio contabile ragionieristico. Liberista e accanito sostenitore delle privatizzazioni dei servizi, ha anticipato il populismo di Renzi destinando, con l'ultimo bilancio, un risparmio di 2 milioni all'elemosina nelle buste paga (20 euro!) dei ferraresi come sgravio irpef, invece di pensare a interventi straordinari per scuole e manutenzione del territorio.
Passate alla storia le sue frasi: "sono sempre stato convinto che l'economia deve avere la supremazia sulla politica" ... "con il referendum sull'acqua avete raccontato una montagna di balle alla gente".

Massimo Maisto rappresenta la perfetta continuità nelle relazioni con i vari enti e quindi garantisce "stabilità", ovvero immobilismo, nel settore; salvo le recente nostalgia per progetti di tipo emozionale, quelli che tutti i ferraresi ricordano come una grossa baggianata.

Che dire poi della poltrona strategica dell'assessore Modonesi che probabilmente non può andarsene perchè custode della "visione d'insieme" della ragnatela PD? Una garanzia di consolidamento del potere....

Sapigni e Fusari restano le dame di compagnia del capo, silenti e operose.

Si augura ovviamente buon lavoro a tutti, confidando che nei 5 anni con la pressione di forze nuove di opposizione non disposte a sconti, ognuno di loro possa dare il meglio in un'ottica di assoluta trasparenza, liberi da vincoli di partito e portatori di idee nuove.
Ci sia augura, ma si dubita...

M5S-FE


http://lanuovaferrara.gelocal.it/cronaca/2014/06/03/news/ecco-la-nuova-giunta-con-le-quattro-novita-1.9352300

http://www.estense.com/?p=389494

http://marcellazappaterra.wordpress.com/giunta-provinciale-di-ferrara/caterina-ferri/