Interrogazione su una riprovevole vicenda di un caso d’allontanamento di minori

Morghen (M5S): - Mentre in questi giorni ci viene sottoposto in Commissione 4a il Bilancio ASP, apprendiamo con sconcerto di una richiesta di ispezione presso l’ASP di Ferrara depositata al Senato della Repubblica e inoltrata ai Ministeri di Giustizia, della Salute e degli Affari Sociali in data 17 Gennaio 2017-

La riprovevole vicenda verte su un caso di allontanamento di minori da madre affidataria con sentenza del Tribunale Civile con pratiche non supportate da norme giuridiche e deontologiche. In considerazione delle Dichiarazioni mondiali ed europee in tema di Diritti Umani e della Legislazione italiana che considerano prioritaria la crescita dei figli nel proprio contesto familiare, ed in considerazione del fatto che nessuna prova oggettiva, nessuna valutazione psicologica e nessuna sentenza esiste contro la madre che anzi è vittima di violenza domestica con condanna in via definitiva del suo persecutore, si consideri che la madre da 14 mesi è inascoltata nonostante i vari tentativi esperiti per portare a conoscenza degli interessati la sua “odissea”, che nulla è stato fatto per risanare il danno cagionato ai suoi figli (e a lei, ovviamente!) ma che, anzi, appaiono a tutti gli effetti vittime di quel fenomeno tanto odioso quanto misconosciuto che è l’alienazione parentale.

Nonostante le sbandierate campagne di difesa delle vittime di violenza domestica ad opera della giunta Tagliani finanziate con risorse pubbliche ripartite in attuazione della legge 119/2013, e nonostante quanto riportato nella bacheca di presentazione del Servizio Minori ASPIl Servizio Sociale Minori ha funzioni di sostegno alle famiglie con figli minorenni … Ha l’obiettivo di garantire al minore il diritto di crescere serenamente nella propria famiglia attraverso l'assistenza, il sostegno e l'aiuto nella genitorialità, assistiamo sgomenti ad un atto di grave discriminazione di una donna e di una madre.

Chiediamo all'Assemblea dei Soci ASP, ai Sindaci di Ferrara, MasiTorello e Voghiera che ora si ponga immediato rimedio –per quanto possibile!- a questa indegna vicenda attivando ogni intervento possibile teso al recupero del legame affettivo lacerato per l’inspiegabile provvedimento di allontanamento e, ancora, in seguito, con il caparbio protrarsi della situazione che ora rischia davvero di giungere ad un epilogo tragico.

Chiediamo risposte all'Assemblea dei Soci ASP, i Sindaci di Ferrara, MasiTorello e Voghiera, affinché accertino mancanze e responsabilità amministrative (danni erariali) e giuridiche (civili e penali) di chi e perché possa aver cagionato danno fisico e mentale ai minori oggetto della scandalosa vicenda “targata ASP-Ferrara”, portata all'attenzione di ben tre Ministri dall'On. Divina e inviamo un esposto alla Corte dei Conti. In allegato le interrogazioni presentate al Comune di Ferrara e al Senato della Repubblica.