Vai al contenuto

  ⬅CLICCA SULLA FOTO PER VEDERE L'ALBUM

Spettabile Assessorato competente

Con la presente comunicazione chiedo agli organi competenti dell’Amministrazione comunale che si attivino ai fini della cancellazione immediata di tutti i graffiti e scritte (alcune delle quali già probabilmente attenzionate dalla Digos) visibili sulle pareti della scuola elementare Corrado Govoni, sia in via Fortezza che in via Castel Tedaldo, nonché sulle pareti delle case del lato ovest di piazza XXIV Maggio e sulla adiacente piazzetta dove si trova la giostrina per i bambini – area peraltro frequentata da spacciatori di colore, già segnalati, di sera.

All’uopo si allegano le fotografie delle scritte delle quali si chiede la rimozione, non solo perché già segnalate dai cittadini residenti in via Fortezza in più occasioni, sia con lettere e comunicazioni mail, sia sul sito Fedro (nelle seguenti date 25/6/17, 14/6/17, 24/9/17, 21/10/17, 9/11/17, 14/12/17, 13/1/18 e 7/2/18 … quindi segnalate già sette volte all’Amministrazione), ma anche perché, come facilmente immaginabile e come assodato da letteratura specifica, il degrado aumenta ed è favorito dalla presenza, in una zona già a rischio di degrado, di graffiti e scritte sui muri. La stessa letteratura informa che, in contesti urbani dove il decoro e il monitoraggio dello stesso è elevato, vi sono meno atti di vandalismo e vi è un maggiore rispetto della proprietà privata e delle strutture pubbliche.

Il fatto poi che tali scritte continuino ad essere apposte su una struttura scolastica ne rende ancora più urgente la cancellazione, anche se ciò implica costi di intervento.

Claudio Fochi, M5S Ferrara

I 9 edifici abbandonati e scheletrici di via Scalambra e via Maffino Maffi, che insistono attorno ad un unico edificio abitato, sono già stati più volte attenzionati dalla stampa locale (per atti di delinquenza, frequentazioni ambigue e proteste dei cittadini residenti) e da atti del M5S in Consiglio comunale (consigliere Claudio Fochi) contenenti proposte di riqualificazione e monitoraggio della zona.

Uno dei primi segni di degrado, triste emblema delle periferie abbandonate, ma sempre più frequente anche in zone che periferia non sono, consiste nei graffiti dei writer che, nel caso degli edifici di via Scalambra, sono stati “siglati” in posizioni rischiose e pericolose, dove vengono avvistati sempre più spesso dai vigili residenti, ragazzini che, non si sa come (gli edifici abbandonati e il cantiere dovrebbero essere recintati), accedono ai piani più alti, camminano e saltano in zone pericolose, senza protezione di ringhiere o parapetti, mettendo a repentaglio la loro vita per gioco o curiosità.

Le foto che alleghiamo segnalano questa pericolosa situazione, peraltro resa nota alle Forze dell’Ordine anche nei giorni scorsi dai residenti.

Dopo i frequentatori notturni abusivi, episodi di criminalità, furti nella zona del cantiere, ci mancavano i writer e i ragazzini esploratori di edifici abbandonati in cerca di adrenalina.

Speriamo che la convocazione di una apposita Commissione consiliare, di imminente calendarizzazione, possa servire a discutere proposte concrete, come quella presentata in Consiglio comunale dal M5S per ridare un minimo di dignità ai residenti di via Scalambra che, con una petizione, proprio in questi giorni, stanno chiedendo all’Amministrazione comunale di riqualificare una parte degli spazi verdi abbandonati con zone verdi attrezzate e spazi giochi per i bambini delle loro famiglie.

E speriamo, anche, che ci si attivi più concretamente per impedire l’accesso al cantiere e agli edifici abbandonati dove, come dimostrano le inquietanti fotografie che alleghiamo, si creano situazioni di evidente pericolo.

Claudio Fochi, consigliere M5S Ferrara