VIDEO FACEBOOK

In merito al nuovo ma già tanto discusso sistema di raccolta dei rifiuti a tariffa puntuale, da poco introdotto da HERA e in corso di sperimentazione in alcune zone della Città prima dell’adozione definitiva su tutto il territorio comunale ferrarese, e anche dopo la nostra recente video denuncia al riguardo, abbiamo ritenuto doveroso presentare una interrogazione per chiedere ufficialmente al Comune alcune precisazioni.

Ad esempio, se sia stata valutata preventivamente la fattibilità anche del sistema di raccolta “porta a porta” in alternativa ai nuovi cassonetti a calotta elettronica, se siano state considerate in fase di studio tutte le possibili criticità o addirittura l’impossibilità nel conferimento dei rifiuti per i cittadini disabili e ipovedenti, se sia già stato svolto un primo monitoraggio relativamente la sperimentazione di Pontelagoscuro e, infine ma non per ultimo, che tipo di informazione e attività abbia in programma l’Amministrazione per sensibilizzare i cittadini sul tema.

In attesa di una risposta, insieme alla sperimentazione continuano anche i problemi per i cittadini coinvolti.

ILARIA MORGHEN

CONSIGLIERE M5S FERRARA

Considerato che la Normativa prevede l’esonero dal pagamento nella bolletta dell’acqua della quota di scarico e depurazione per quegli utenti che effettivamente non usufruiscono di questi servizi, o perché le proprie abitazioni non sono servite dalla fognatura pubblica o, seppur allacciate, perché la rete fognaria non è a sua volta collegata al depuratore, abbiamo chiesto all'Amministrazione comunale, attraverso una interrogazione, quale sia lo stato attuale di adeguamento di queste utenze da parte di HERA e che concretamente vengano applicate ai cittadini le agevolazioni previste.

>QUIil modulo da compilare per richiedere l'esonero dal pagamento e da inviare alla mail clienti.famiglie@gruppohera.it, oppure via fax o direttamente a mano agli sportelli Hera.