Siamo dispiaciuti di dover constatare quanto, in una città turistica quale è Ferrara, ancora oggi sia complicata la sosta per i camper, come riporta anche la stampa cittadina a fronte delle numerose lamentele raccolte.

Situazione che si trascina ormai da quasi un anno, ampiamente sollevata e denunciata sia da cittadini che turisti, e che poteva aver già trovato una soluzione soddisfacente se l’Amministrazione, in Consiglio comunale, non avesse rigettato e deriso le nostre proposte (mozione presentata dal M5S a luglio 2016 che chiedeva sia la redazione di un documento in grado di dare immediata eseguibilità agli sgomberi che interventi strutturali e di vigilanza per impedire l’uso improprio dell’area), tese a dare alla città un’area camper realmente fruibile, funzionale e degna di tale nome e non il bivacco abusivo lamentato, o quantomeno avesse prestato apertura al problema invece di decidere di “non scegliere” con la facile e comoda soluzione della chiusura totale per poi trovarsi costretta a doverla riaprire solo temporaneamente e nelle medesime condizioni a fronte delle incalzanti necessità turistiche di fine anno.

La conclusione è che il Comune pare non avere nessuna volontà di trovare una soluzione e Ferrara rimane così, chissà ancora per quanto tempo, senza un’area sosta camper e per di più non considerando il disservizio inevitabile causato dalla contemporanea chiusura invernale del Campeggio Estense, unica altra struttura attrezzata in città. Che almeno si presti attenzione alle informazioni fornite e si provveda tempestivamente a correggere gli imbarazzanti cartelli presenti in Rampari San Paolo! 

 

 

Qui sotto, per chi volesse approfondire, sono riportati i link delle nostre dichiarazioni degli ultimi mesi:
http://www.movimento5stelleferrara.it/la-malagestione-dei-parcheggi-e-la-carente-e-inadeguata-accoglienza-verso-i-turisti/
https://www.facebook.com/M5SFerraraGrilliEstensi/posts/1180306528709987
http://www.movimento5stelleferrara.it/area-sosta-camper-o-area-nomadi/
http://www.movimento5stelleferrara.it/cosi-ferrara-non-piu-unarea-sosta-camper/

Ilaria Morghen

Consigliere comunale M5S Ferrara

 

 

La  nostra  mozione per ridare alla città un’area sosta camper realmente fruibile e degna di tale nome e non il bivacco abusivo in cui si era trasformata, presentata in realtà a luglio, è stata finalmente discussa a inizio settimana in Consiglio comunale.

Se nel corso della seduta non fosse stato detto pubblicamente e a più riprese, si stenterebbe a credere che il vice Sindaco, nonché Assessore al turismo, e i consiglieri di maggioranza possano aver affermato che la mozione “è un po’ tardiva e superata”, suggerendoci spavaldamente di ritirarla, in quanto ciò da noi richiesto “si è già in parte realizzato con la chiusura dell’area”. Per di più si scopre che tale chiusura non è per manutenzione, come dichiarato in precedenza, ma che l’Amministrazione deve ancora valutare se riaprirla in quel luogo o addirittura spostarla in un’altra zona ancora da individuare; in ogni caso sono previsti tempi lunghi col risultato che, nel frattempo, Ferrara continuerà a rimanere, per chissà quanto tempo, senza un’area sosta camper.

Se da un lato è surreale che un’Amministrazione pubblica scelga di risolvere un problema a un suo servizio tagliando di netto il servizio stesso, quindi rimettendoci anche economicamente, lo è altrettanto dover assistere a un Comune che, pur essendo da tempo a conoscenza della situazione disastrata in cui versava l’area, come dallo stesso affermato, non si è attivato da subito per pretendere il rispetto degli impegni sottoscritti con Ferrara TUA, responsabile della gestione del servizio, dimostrando così tutta la sua inefficienza e subalternità.