Ricambiamo il grido d'allarme.

Sarebbe piaciuta anche a noi del M5S una rappresentanza sindacale il 16 marzo scorso in Commissione Sanità, peraltro richiesta. Alle nostre spalle invece, durante la discussione in contrarietà totale alle posizioni degli amministratori PD e dei Dirigenti Sanitari, “l’assenza assoluta della città e dei rappresentanti sindacali”.

È proprio questa assenza presso le sedi istituzionali e nei momenti di discussione sulla sanità locale, richiesti e ottenuti esclusivamente dai consiglieri di opposizione, che lascia spazio all’arroganza ottusa dei plenipotenziari politici e amministrativi cittadini. Non ci stancheremo mai di ripeterlo.

Quando si mette a rischio l’erogazione dei servizi d’emergenza sanitaria, come minimo, ci aspettiamo dalla società civica e dai sindacati tutti la richiesta di dimissioni del Sindaco, per legge primo responsabile della salute dei cittadini.

Si è poi liberi di continuare a fare polemica a mezzo stampa, ma le sedi dove portare la propria netta opposizione e contrarietà alle modalità di gestione della Salute Pubblica dell’attuale primo cittadino, ripetiamo, sono altre.

Ilaria Morghen, M5S Ferrara

- Interpellanza comunale ed esposto di Ilaria Morghen

- Interrogazione regionale di Silvia Piccinini

- Interrogazione regionale di Raffaella Sensoli

- Interrogazione in Commissione alla Camera di Vittorio Ferraresi

Secondo voi, Comune di Ferrara ed HERA saranno stati così lungimiranti da prevedere i nuovi cassonetti a calotta per la raccolta dei rifiuti differenziati, già in partenza di sperimentazione, accessibili a tutti i cittadini, anche ai portatori di handicap, ad esempio?

Guardate il video sotto girato a Pontelagoscuro in via Giovanni Romito, con la collaborazione del portavoce M5S Marco Campanini.

La sperimentazione continua e i tanti problemi per i cittadini coinvolti anche!